sabato 19 luglio 2014

L'arte della guerra secondo Sun Tzu - Capitolo 2

l'arte-della-guerra

Capitolo 2 - Operazioni belliche

Su Tzu disse:

Quando si è impegnati in un conflitto 
Se la vittoria tarda ad arrivare, il morale dei soldati si abbatte e le loro armi si spuntano
Se poi si assediano città fortificate, si rischia di esaurire le proprie forze
Se la campagna militare si protrae, le risorse finiranno e il morale dei soldati si abbatterà
Perciò, se ho udito di azioni maldestre riuscite grazie alla rapidità, mai ho visto riuscire un'abile operazione che fosse anche prolungata.
E non c'è mai stata una guerra protratta nel tempo che abbia portato vantaggi a una nazione

Sun Tzu ritiene che l'uso della forza richiede uno sforzo meditato, tale sforzo può abbattere il nemico ma anche smorzare la propria energia. L'agire precipitosamente in un situazione può portare qualche errore, ma è difficile impegnarsi in lunghi conflitti senza sopportare elevati costi.


Chi non conosce a fondo i pericoli inerenti all'impiego delle forza,
ugualmente non conosce a fondo i vantaggio che derivano dal suo utilizzo 


Un abile Generale conosce i danni causati dalle operazioni militari e i possibili vantaggi che ne derivano, così egli sarà cosciente delle conseguenze delle sue azioni.

Colui che eccelle nell'arte della guerra
non ha bisogno di una seconda leva di coscritti, né di farsi inviare gli approvvigionamenti tre volte.
I rifornimenti militari devono essere forniti dallo Stato, ma le vettovaglie devono essere reperite in territorio nemico.
Così all'esercito non mancheranno mai le provviste militari.
....
Per uccidere il nemico bisogna essere pieni di rabbia. 
Per sottrarre i beni al nemico bisogna essere mossi dai vantaggi che ne derivano.

Sun Tzu, spiega che il buon uso della vita dei propri uomini e delle risorse è indispensabile per l'economia della battaglia. La guerra è costosa, se si prolunga nel tempo porterà solo devastazione per tutti. Pertanto, ogni conflitto deve essere concluso in modo rapido.

E così, il Generale che comprende la natura delle operazioni militari è per il suo popolo una stella del destino.
Il Generale è responsabile della sicurezza o della rovina del suo popolo.

In questo capitolo sono analizzati i costi, intesi come risorse ed energie, da sopportare in un conflitto. Ogni nostra azione genera uno spreco di forze e di risorse, pertanto, è necessario ponderare accuratamente il vantaggio e il danno che esse comportano. Conoscendo questi aspetti possiamo evitare di prolungare una disputa, ottenendo così una vittoria rapida.

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. I’m not that much of a online reader to be honest but your blogs really nice, keep it up!
    I'll go ahead and bookmark your website to come back later.

    All the best

    Feel free to surf to my web page: Cher Live In Vegas (http://www.edu.xunta.es/centros/cpicastrobaxoi/aulavirtual/user/view.php?id=12776&course=1)

    RispondiElimina
  3. Many thanks, this site is very practical.

    Here is my web blog :: medicine cabinets target

    RispondiElimina
  4. When someone writes an piece of writing he/she retains the
    idea of a user in his/her mind that how a user can know it.
    So that's why this post is outstdanding. Thanks!


    Also visit my page: 3 stainless steel exhaust pipe extension

    RispondiElimina